Allievi Sperimentali, 5^ Giornata: Piovese – Union Feltre 2-3

Rosa Allievi Sperimentali Union FeltreSecondo successo consecutivo, per i 2002 di mister Cipriani: la classifica inizia a prendere colore. Ieri, doppietta di De Paoli, rigore e punizione, timbro di Verardi: i bomber avanzano a braccetto, quattro segnature a testa in cinque turni di campionato. Ma c’è sempre un ma, ed anche una vittoria va analizzata con attenzione. Giusto, mister? “Sì, ci sono aspetti che ancora non mi soddisfano. In settimana lavoriamo bene, anche nei test che sosteniamo contro gli Elite mostriamo gioco e personalità. Ma non sempre trasferiamo queste qualità nei match ufficiali. E’ il centrocampo, nello specifico, che mi dà da pensare. Siamo leggerini e fatichiamo a rifornire gli avanti come dovremmo. Ho in mente qualcosa. Ora il calendario ci propone Montebelluna, Giorgione e Liventina, avversari di gran caratura. Non è il caso di cambiare troppo, mi riferisco per esempio al modulo, ma qualche accorgimento, qualche leggero riposizionamento individuale potrà forse portarci a trovare l’equilibrio giusto. Questa settimana recupero due ragazzi, tra l’altro, uno era via, l’altro ha risolto un problema fisico. Due giocatori in più, nel contesto di una rosa non ampissima come la nostra, costituiscono alternative importanti, ti permettono di esplorare qualcosa di nuovo. Oltretutto, squadre come queste tre giocheranno di più, assumeranno presumibilmente un atteggiamento più propositivo, e può essere che questo liberi a noi spazi diversi, ci dia modo di trovare sviluppi e giocate fin qui non così frequenti”.

Come si è sviluppata la partita di ieri? “Andiamo subito sotto, altro limite che ci dobbiamo togliere. Reazione pronta, per quanto confusa: palo di Dal Farra, di testa da una delle tante punizioni laterali, su cui avevamo ben lavorato. Di lì a poco, il rigore trasformato da De Paoli, per l’1-1 con cui si chiude la prima frazione. Opero qualche cambio nell’intervallo, e ripartiamo bene, spingendo a fondo e trovando il vantaggio grazie ad un’azione manovrata che Verardi finalizza dall’interno dell’area. La Piovese la mette sulle palle lunghe, strategia che noi patiamo. Trovano il pari su rigore, ed a quel punto vien fuori la nostra voglia di vincere, da squadra che non muore mai. Creiamo diverse situazioni per riportarci avanti, finchè De Paoli calcia una punizione velenosa dalla trequarti, in diagonale, nessuno la tocca, ma il portiere, col traffico che ha davanti a sé, non ne legge la traiettoria e viene trafitto: 3-2 per noi. Bene così, insistiamo su ciò che ancora dobbiamo migliorare, e facciamo in modo che tutti i ragazzi si sentano coinvolti, visto lo spirito ed il senso di un torneo sperimentale”.
(AC)

Condividi: