Giovanissimi Elite, 5^ Giornata, Union Feltre-Union Pro 11-0

Giovanissimi Elite, Union Feltre vs Union ProA riprova del fatto che ci sono sconfitte che sconfitte non sono, l’Union Feltre di Sandro Andreolla torna su da Motta di Livenza, dove aveva tenuto testa alla formazione più attrezzata del lotto ed anzi per un nonnulla non aveva girato la gara a proprio favore, e rifila undici reti all’Union Pro. Spande sul campo tutto il suo potenziale, insomma, contro un avversario sin lì imbattutto, e capace di due successi in altrettante trasferte. Mister, mettiamo ordine nel tabellino, intanto: chi li segna i gol? “L’unica doppietta la realizza D’Incà, il primo sulla punizione indiretta, il secondo su apertura di Cossalter a premiare la sua sgroppata. Poi, tutte marcature singole: lo stesso Cossalter su rigore, Paradisi, Ferretti, Vieceli, Speranza, Moser, Toniolo, Sandonà e Pasquazzo”. A parte Maset, tutti i difensori hanno fatto centro: immagino ti farà particolarmente piacere. “Di quelli partiti dall’inizio, sì. Ma a gratificarmi è soprattutto che siano andati in gol dieci ragazzi, significa che non ci sono prime donne, che la squadra gioca per obiettivi di gruppo. Tengo molto, a questo. Quando vedi Sandonà che, all’ultimo minuto, ha ancora voglia di proporsi e va a chiudere l’ennesima offensiva con un gran destro al volo sotto l’incrocio, significa che lo spirito è quello giusto”. 3-0 all’intervallo, probabilmente, senza nulla togliere ai vostri meriti, l’Union Pro deve aver accusato il colpo, per imbarcarne altri otto nella ripresa… “Diciamo intanto che sono una squadra valida, che si allena bene come noi, e che nella prima fase della partita aveva forse fatto addirittura meglio di noi, venendo ad attaccarci alta, dimostrando organizzazione. Credo che l’aspetto decisivo sia stato il modo in cui siamo rientrati in campo dopo l’intervallo: è la prima volta, in questo campionato, che approcciamo la ripresa meglio dei nostri avversari. Ferretti trova la quarta segnatura dopo 1′ della ripresa, e lì sì, probabilmente l’Union Pro rimane tramortita, e molla la presa”. Domenica il derby, su a Belluno, sfida già affascinante di suo, ed oltretutto tra due squadre appaiate al terzo posto. “Si gioca sabato, in anticipo, a Farra d’Alpago. L’ho già scritto ai miei ragazzi, e prima dell’allenamento di domani ripartirò da questo: occorre lasciarsi immediatamente alle spalle quest’11-0. Come nei tuffi: il voto migliore ed il voto peggiore si elidono, non vanno a far media e classifica. Resettiamo. Ci aspetta un avversario tosto, guidato da un allenatore di esperienza e di livello, con tanta fisicità in mezzo al campo, dove emerge la qualità di Waffo, e con un centravanti, Crepaz, che la porta la vede bene. Sarà una bella partita, una partita vera: si fanno campionati di questo tipo proprio per giocare partite come questa. Ci arriveremo preparati”.

CONDIVIDI: